• home page
  • mercato
  • societa
  • segni_longevi
  • editoria
  • video
  • facing
  • vimages
  • web
  •  discorsi
  • scripta
  • insegnamento
  • simboli
  • creativita
  • etere
  • biografia
  • space
  • e-mail
  • mappa del sito
  • naviga via
Oniromorfi 14 maggio 2015

   Artè Gallery - Genova, vico dei Garibaldi 43R
   inaugurazione: giovedì 14 maggio 2015 - ore 18
   la mostra chiude il 30 maggio
Con un catalogo di oggetti immaginari, cercherò di portare i visitatori in un territorio onirico e un po' beffardo in cui forma e funzione sembrano completamente separate.
Dal momento che non mi ritengo un "artista", questa piccola esposizione di opere non va considerata come una mostra d'arte ma piuttosto come un resoconto abbastanza circostanziato, di carattere documentale e compilativo, su questa bizzarra congerie di oggetti, gli Oniromorfi, sul mondo che essi abitano e sulle modalità con cui io sono venuto in contatto con essi.
L'esposizione di alcune riproduzioni di Oniromorfi nasce da un libretto di schizzi (consultabile nel web all'indirizzo issuu.com/exakta/docs/oniromorfi) realizzato nel 2005, concepito come un racconto di viaggio nelle terre di Tablà e in particolare nella città di Makawona, dove, sotto la guida di un indecifrabile personaggio di nome Don Basilio Cangemi, mi sono imbattuto per la prima volta negli Oniromorfi e sono stato edotto sulla loro natura, fino a divernirne un cercatore e poi, dopo un lungo periodo di formazione, Certificatore Ufficiale presso l'Archivio Generale di Xilvestrine, sede mondiale della catalogazione oniromorfica.

La mostra propone acrilici su tavola e su carta, acquerelli e stampe, mettendo in luce anche il gusto per l'invenzione narrativa che Vimercati ha sviluppato anche come scrittore. (attivo soprattutto come saggista, ha autoprodotto il romanzo "Fuga dal mondo" e nel 2013 ha pubblicato il libro di racconti "Un altro destino" edito da Elegantia Doctrinae).


Un altro destino Dopo aver scritto 5 saggi e un certo numero di articoli tecnici, mi sono lasciato tentare da un esperimento letterario con il desiderio (e forse la pretesa) di comunicare attimi in cui la vita assume sapori particolari e un po' più accentuati: piccoli viaggi in dimensioni un po' oblique, o parallele, o finalmente ortogonali, per cogliere leggere vibrazioni capaci di trasmettere all'esistenza delle vampe di energia oppure dei cali di tensione.
Si tratta in molti casi di passaggi microscopici, quasi impercettibili, o addirittura inesistenti se guardati con occhi scettici, perché la sostanza è traslucida: né troppo trasparente né troppo opaca. Una trasparenza opalina.
E' una collana di perline di vetro colorato chiare e scure, di occasioni fortuite e di opportunità mancate, di prospettive illuminate da vitali relazioni tra le cose e di scenari col fondo buio.

UN ALTRO DESTINO su FaceBook    pagina curata da M.V.
E' stata una grande e affascinante avventura: lavorare a lungo a fianco di Claudio Bertieri per la mise en page della sua enciclopedica memoria storica e di parte del suo sconfinato archivio di immagini. Mi ha voluto come co-autore, sostenendo che la grafica in questa pubblicazione sia eloquente quanto il testo.
Lo ringrazio di cuore anche se, come ho già sostenuto più volte, qui si da il caso di un Bertieri-Batman affiancato da un Vimercati-Robin. Il libro è un fantastico percorso dalle origini fino al 2012. Gli eroi di carta hanno da sempre occupato ampio spazio nel mondo dello spettacolo. Dalla pagina stampata in cui sono nati presto hanno trasmigrato in palcoscenico e sugli schermi, conquistando poi i microfoni e, più tardi, i monoscopi televisivi. Nel panorama intrecciato dello "showbiz", soprattutto americano, i comics hanno suscitato accaniti fanatismi popolari e sintomatici revivals. Attori, registi, sceneggiatori, esperti in trucchi ed effetti speciali, oltre a scenografi, costumisti e decoratori, hanno lavorato con entusiasmo per i "film di carta", dai giorni ingenui dei serial a quelli sofisticati dei superkolossal. Affiancate da un ricchissimo corredo fotografico, le oltre trecento pagine di "ComicShow" e la preziosa filmografia aggiornata al 2012 ricostruiscono la ricca e ultracentenaria vicenda di questo affascinante capitolo dell'immaginario collettivo.

ComicShow su FaceBook    pagina curata da M.V.   
Comic Show

simboli forma della forza

 

Il 4 novembre 2010 è uscito il mio libro "Simboli - le forme della Forza" edito da Le Mani. E' il risultato di un lungo lavoro di ricerca e di considerazioni sulla rappresentazione segnica che caratterizza la nostra specie.

Una galassia di segnali, di emblemi e di simboli costella la vita degli uomini moderni. Ma nel grande rumore di fondo della civiltà iconica alcuni segni elementari e semplici continuano ad avere una straordinaria forza: sono forme essenziali e fondamentali, di origini antichissime, che si ripresentano quotidianamente nella nostra vita da migliaia e migliaia di anni. Da quelle forme non nascono solo universi di simboli religiosi, politici, magici o di marchi commerciali, ma interi sistemi di comunicazione, come il computo e la scrittura. Simboli, le forme della Forza indaga intorno al senso più profondo nascosto nella grafia dei segni e dei simboli. Tracciando ponti tra la psicologia della gestalt, l’archeologia, le dottrine esoteriche e la biologia, ci insegna a recuperare lo sguardo semplice che appartiene alla nostra parte più arcaica e naturale.


SIMBOLI su FaceBook    pagina curata da M.V.
Ho messo a punto per lo studio Caso un interessante strumento informativo sulla fisiologia del volto e sui reali fattori che determinano l'invecchiamento.
per informazioni: www.studiocaso.com

 

 

cabiria, studi di cinema
studio Dott. Lia Caso

 

 

 

La mia collaborazione con la edizioni Le Mani prosegue. E' per me un vero piacere progettare le copertine per una proposta di saggistica sul cinema che riscuote crescenti consensi. Con oltre 360 titoli Le Mani è oggi un riferimento importante per tutti gli amanti del cinema.

Dalla collaborazione Le Mani - Cineforum Italiano nasce la nuova versione di "Studi di cinema" che dal n.165 assume la nuova denominazione di "Cabiria" di cui ho curato layout e testata.
Roberta Buttini Le mie ricerche sulla simbologia grafica mi hanno portato ad incontrare Roberta Buttini e la sua arte “antropologica”, nella quale la ricerca sulla produzione segnica occupa un posto rilevante. Insieme a Roberta Buttini sto preparando mostre, immagini e un sito web per illustrare il suo fantastico percorso artistico.

 

fianco_a_fianco (27K)
mani (50K) Prosegue la mia collaborazione con l'agenzia di pubblicità Ace & Flanaghan della quale sono stato co-fondatore nel 1984. L'azienda ha ormai una consolidata storia ed un elevato prestigio, guadagnato in trent'anni di lavoro (se si considera che la mia collaborazione con l'ad Mauro Cavallero nasce nel 1980, quando fondammo la Flanaghan srl). Comunicazione strategica, elevata creatività ed una visione decisamente "marketing oriented" sono i brand characters di Ace & Flanaghan, e i brainstorming con il team creativo dell'agenzia mi consentono un costante rapporto con il mercato, con il mondo delle imprese, con i media e con i dati sulla comunicazione.
oltremodo (33K) gargano (26K)

amicidelci (42K)

 

Ho progettato il sito per il "fascinoso" ristorante Oltremodo, uno spazio suggestivo ormeggiato nel cuore del Porto Antico di Genova.
Ho curato il sito informativo dell’attivissimo "Club amici del Cinema" di Sampierdarena che ospita nel suo fitto calendario anche il Missing Film Festival.
Stregato da Peschici sto impegnandomi per promuovere nel migliore dei modi i "tesori" turistici e alimentari del Gargano.
(è imminente la pubblicazione del sito www.fioredelgargano.com).

cinematoGrafica_s cinematoGrafica_d

 

dal 30 aprile al 2 giugno 2009
Genova
Palazzo della Borsa, Sala delle Grida
via XX settembre, 44
orario: dalle 11 alle 19
lunedì chiuso
ingresso libero
Mi è stata assegnata la direzione artistica di "Cinematografica", una mostra singolare, ospitata nella splendida Sala delle Grida del Palazzo della Borsa di Genova. La mostra, realizzata da Provincia di Genova, Assessorato alla Cultura, Camera di Commercio di Genova, Regione Liguria, Fondazione Mario Novaro e Agis Liguria, mette in scena la cinematografia del novecento attraverso uno dei suoi strumenti promozionali meno conosciuti: le brochures, gli stampati pubblicitari destinati alla critica, alla distribuzione e all'esercizio, con le immagini più spettacolari di film immortali ma anche di opere dimenticate. Più di 450 titoli, oltre 1000 immagini, una collezione di fascicoli che è anche un album di famiglia della nostra specie; una sorta di proiezione di diapositive dell'inconscio collettivo che ci restituisce le immagini della memoria. La mostra, curata da Claudio Bertieri da un'idea di Piero Pruzzo, attinge alla colossale collezione di Claudio Bertieri, integrata dai contributi di Agis Liguria. è suddivisa in sei aree: in primo piano gli originali di alcune tra le prime brochures; film e registi, brochures che illustrano film più o meno famosi, ma che hanno contribuito a costruire, a specificare, a dettagliare la definizione di "cinema" nel corso del novecento. I box intorno alla sala ospitano la sezione generi, una carrellata sui momenti salienti del cinema di genere e due aree monografiche dedicate a Charlot e Totò. Vengono esposte le opere di alcuni artisti ed illustratori che hanno legato la loro firma al cinema. Inoltre, artifici cartotecnici e curiosità. Poi una serie di contributi video elaborati dagli studenti della Facoltà di Architettura di Genova, Corso di laurea specialistica in disegno industriale. L'allestimento è curato da Elio Micco con i contributi scenografici di Yamina Naïli e Ombretta Dogliotti.

 

brochures

Il Museo Giorgio Kienerk a Fauglia

Devo innanzitutto parlare della perfetta collaborazione con Vittoria Kienerk, Giovanna Bacci di Capaci ed Eugenia Querci per realizzare questo museo, di cui ho curato l'immagine.
Il Museo dedicato a Giorgio Kienerk è stato realizzato grazie alla donazione di Vittoria Kienerk, figlia del pittore, che ha avuto un lungo legame con la provincia pisana, dove ha trascorso ogni estate, dal 1919 fino alla morte, nella villa di famiglia di Poggio alla Farnia, dipingendo la campagna circostante in molte opere.
Nato a Firenze nel 1869, Kienerk è stato allievo di Adriano Cecioni e Telemaco Signorini, entrambi appartenenti al movimento artistico dei Macchiaioli. Appartiene a quel gruppo di allievi dei macchiaioli (tra cui Plinio Nomellini, Oscar Ghiglia, Ulvi Liegi, Llewelyn Lloyd, Mario Puccini, Ludovico Tommasi) che pur senza mai rifiutare l'insegnamento dei maestri, si aprirono a nuove ricerche pittoriche, come il divisionismo, a tematiche complesse come il simbolismo, alle arti applicate.
La naturale adesione a questo clima di rinnovamento introdusse l'artista nei circuiti espositivi europei.
Kienerk ampliò i suoi interessi anche all'arte della grafica che proprio nel Nuovo Secolo prese il suo avvio ed ebbe larga e fortunata diffusione. Lavorò come illustratore per note riviste dell'epoca italiane e francesi (tra le altre "La Riviera ligure", rivista de L'Olio Sasso che i Novaro di Oneglia trasformano in un mensile di cultura letteraria e artistica rendendo raffinata e moderna anche la pubblicità).
Dal 1905, per trent'anni, ricoprì il ruolo di Direttore della Civica Scuola di Pittura di Pavia dedicandosi pienamente all'insegnamento, ma riuscendo a ricavare spazi che gli consentivano di non tralasciare la propria attività di artista.
www.comune.fauglia.pi.it/ nuovo/MKpresentazione.php
kienerk (58K)
logonovaro (6K)

Il Novecento in una rondine

A partire dalla Serie di Kienerk sono cresciuti i miei contatti e le mie frequentazioni con la Fondazione Mario Novaro, dove ho incontrato due maestri di cultura e intelligenza, menti vispe e multidisciplinari, di quelle di cui si sta perdendo lo stampo. Ringrazio Maria Novaro per avermi voluto al suo fianco alla presentazione dell'intero corpus de "La Riviera ligure" in formato digitale e in altri incontri sul primo Novecento.
Ringrazio Claudio Bertieri per avermi scelto per i progetti in corso, che non descrivo fino al loro completamento.
Per la Fondazione Novaro ho ridefinito
la storica rondine creata dallo stesso Novaro nei primi anni del Novecento traendo spunti dalla rivista tedesca "Innen Dekoration" e ai lavori dell'architetto inglese M.H.Baillie Scott.
Lele Luzzati la chiamava "la colomba" e aveva ragione:pur essendo molto bella ed aggraziata, era troppo tozza per essere una rondine. Ho così provveduto ad una leggera cura dimagrante che potesse dare più slancio al simbolico augelletto (Hirundo rustica, ordine passeracei, famiglia Hirundinidae), con tutto il garbo possibile quando si interviene su materiali antichi, sedimentati e nati già belli. Mi sono permesso anche una variazione sul tema, con la coda della rondine che incornicia il logo: da usarsi solo in occasioni speciali. www.fondazionenovaro.it

Cinema e editoria

Una collaborazione che dura da molto tempo, quella con Microart's Edizioni e in particolare con le edizioni Le Mani che negli ultimi anni hanno conquistato un ruolo di primo piano nell'editoria legata al cinema.
lemani (48K)
lemanixlgts (50K) Oltre a curare le copertine di ogni singolo volume, recentemente ho progettato la nuova collana degli "Extralights": libri di piccolo formato (e di prezzo molto accessibile) che aprono prospettive curiose e particolari su film, attori, registi. E' sempre divertente progettare le copertine del periodico "Cinergie" per le quali abbiamo scelto la strada dell'azzardo cromatico che fa da sfondo alle motion-images inserite nella parte centrale.
www.lemanieditore.com
lemanicng (78K)

"Io Scelgo" Provincia di Genova - Ufficio Pari Opportunità dal convegno ai centri anti-violenza.

Ringrazio la Vicepresidente della Provincia di Genova Marina Dondero per avermi coinvolto nel progetto "Io Scelgo - Rifiuto la Pubblicità Discriminante", nato dalla volontà dell'Assessorato alle Pari Opportunità della Provincia di Genova di stimolare l'attenzione di tutti, donne e uomini, rispetto ai contenuti culturali della comunicazione pubblicitaria, per stigmatizzare l'uso di stereotipi di genere. Il progetto, andato ben oltre il convegno a cui ho partecipato con una relazione "da pubblicitario" e per cui ho disegnato anche il manifesto, ha avuto anche sviluppi molto concreti: sondaggi e momenti
divulgativi, coinvolgimento delle scuole e iniziative sul territorio: il 25 novembre 2008 nella giornata internazionale contro la violenza alle donne, Marina Dondero ha inaugurato il Centro Antiviolenza Provinciale di via Mascherona 19 a Genova con le assessore alle pari opportunità della Regione, Maria Bianca Berruti e del Comune, Roberta Papi.
(testo della mia relazione nella sezione testi)
http://prono.provincia.genova.it/ notizia.asp?IDNotizia=10300
pariopportunita (50K)

Tupigrafia:
l'incontro con Claudio Rocha

Ho avuto il piacere di conoscere Claudio Rocha, designer brasiliano e direttore insieme a Tony de Marco della rivista Tupigrafia, un magazine pieno di intelligenza visiva e di ricerche grafiche di grande valore che analizza la produzione brasiliana e non del design tipografico e le sue manifestazioni nella cultura in generale.
tupigrafia (52K)
ecotechno1 (7K)

Energie alternative nell'Oltrepo Pavese

Ho costruito ex-novo l'immagine coordinata di questa azienda dove si respira efficienza fin dal primo impatto. Una cultura ingegneristica, un'alta consapevolezza ambientale, un'esperienza lunga, un know how unico. Ecotechno è nata nel 2004 con l'obiettivo di promuovere l'impiego di sistemi di generazione di energia da fonti rinnovabili nel settore residenziale, industriale e terziario.
Forte delle specifiche competenze professionali del suo staff tecnico, Ecotechno fornisce impianti solari fotovoltaici, solari termici, geotermici e cogenerativi "chiavi in mano". Realizza inoltre studi e progetti per l'efficienza energetica degli impianti e la certificazione energetica degli edifici.
www.ecotechno.it
ecotechno (41K)
Claudio si è interessato ai miei capilettera della sere di Kienerk, e spero che prima o poi racconterà qualcosa sulla sua rivista. E'un collezionista di clichè antichi ed io gli ho regalato alcuni vecchissimi decorativi di legno che conservavo in fondo a una scatola. Quale miglior possessore di quei reperti? Claudio infatti collabora con la Tipoteca Italiana, che ha sede a Cornuda (Treviso)
http://www.tipoteca.it/.
La Tipoteca è nata per dar vita a iniziative che valorizzano la tipografia e Rocha utilizza le strutture dell'Officina della Tipoteca per far rivivere i giorni gloriosi della stampa.Lo ringrazio per le stampe che mi ha regalato.
www.tupigrafia.com.br
costruz (15K)

Brambati: tecnologia made in Italy in tutto il mondo

Con l'agenzia di pubblicità Ace & Flanaghan ho dotato l'azienda Brambati delle nuove pagine pubblicitarie. La società Brambati S.p.A, affermata in tutto il mondo, è leader nella produzione di impianti di lavorazione per l'industria alimentare con una storia di 60 anni nel campo alimentare e particolarmente nelle industrie dolciarie, biscottifici, panifici, pastifici e baby-food.
La produzione Brambati comprende anche macchine per l'industria chimica
e della plastica, con trattamento di materie prime sia in grani che in polvere.
Brambati è inoltre specializzata negli impianti produzione caffè e similari, dove fornisce impianti "chiavi in mano", dal ricevimento del verde sino all'alimentazione delle confezionatrici, attraverso le fasi di pulitura, stoccaggio, pesatura, miscelatura, tostatura, trasporto (con il tradizionale trasporto meccanico o con il trasporto lento di nuova generazione), macinazione e degasaggio.
www.brambati.it
bram1 (59K) bram2 (60K)
esistenza (41K)

Don Gallo e Carla Peirolero in scena

L'attrice Carla Peirolero, che dirige Chance eventi, mi ha chiesto un manifesto per lo spettacolo teatrale "Esistenza" nel quale c'è la partecipazione di Don Andrea Gallo. Questo fantastico prete dal vivo è assai meglio di come viene proposto dai media, anche se mi era già simpatico in quella versione. Per parlarne dello spettacolo riporto un pezzo di Caterina Morgantini pubblicato giovedì 8 febbraio 2007 - NSC (anno III n.9)
"Come lui stesso avrà modo di dire, nel corso della serata, tante sono state le etichette attaccategli addosso, durante gli anni: comunista, militante, anarchico, anticonformista. Ma, prima di tutto, Don Gallo è, e rimane, un prete: uno straordinario prete. E chi, meglio di un uomo di "chiesa", potrebbe mai addentrarsi nei meandri della religiosità, portandoci con sè, donando saggezza? (...) Quello che ne esce fuori è uno spettacolo toccante, commovente, davvero partecipato. Davvero unico".
www.chanceeventi.it



Futuro sostenibile

ecoistituto (10K) Sono ben lieto di avere creato il logo per questa bella iniziativa del mio amico Lino De Benetti. Nel 1984 è stato uno dei fondatori dei Verdi, dove è stato uno dei coordinatori nazionali e tesoriere del partito. Nel 1992 è stato eletto al Parlamento e fino al 2001, per tre legislature come deputato dell'Ulivo. Dal 2003 aderisce a Sinistra Ecologia di cui è attualmente responsabile nazionale del gruppo "Economia e Fiscalità" e portavoce regionale in Liguria.
www.linodebenetti.it/

Kasbah Stromboli

Qualche anno fa, in vacanza a Stromboli in una delle bellissime casette arabe del caro Gigi, mi misi a decorare qualche finestra. Ho disegnato il cuore fiammato, che è un classico simbolo strombolano, ma l'ho incluso in una piccola gabbia che lo protegge lasciandogli però quattro vie di fuga: una per ogni punto cardinale. Ho fatto cioè ciò che si conviene fare ad ogni cuore che si ama.
Quel furbacchione di Tahar lo ha catturato e ne ha fatto il logo delle casette in affitto. Vorrei scrivere un riferimento per prenotare una vacanza in quello che secondo me è uno dei posti più belli del mondo, ma le casette nel cuore di Stromboli non hanno più un sito. Non vi resta che andare a Stromboli (fuori sta- gione, mi raccomando) e chiedere di Tahar.
stromboli (2K)


Roberto Quaglia

Roberto Quaglia è un grande scrittore di fantascienza. Siamo amici da anni e gli sarò eternamente grato per avermi fatto trascorrere un po' di serate in compagnia di Robert Sheckley. Per Quaglia ho progettato la copertina del suo ultimo libro. In questo caso siamo purtroppo fuori dalla fantascienza: Quaglia (come molti altri scrittori e giornalisti, tra i quali anche Giulietto Chiesa) pone una serie di interrogativi e mette in risalto un enorme numero di incongruenze sull'"evento che ha cambiato l'occidente".
www.robertoquaglia.com
quaglia (38K)

Ricordando Skiaffino

skiaffino (41K) Con orgoglio ho portato il mio contributo all'iniziativa svolta dal Comune di Camogli per ricordare Gualtiero Schiaffino. Una fantastica mostra, una straordinaria idea di convegno, le ottime idee di Barbara Schiaffino e Ferruccio Giromini. Li ringrazio per avermi chiesto di presentare una relazione: il tema del "pensiero laterale" è uno dei miei percorsi preferiti, e non ci poteva essere argomento più opportuno per celebrare il grande Gualtiero, autentico alfiere dell'emisfero cerebrale destro che del pensiero laterale aveva fatto un modus vivendi.
(leggi un abstract della relazione al con- vegno nella sezione testi)


Ma che bel castello

roccagrimalda (51K) Ho cominciato ad appassionarmi alle vicende del Castello Malaspina Grimaldi, un maniero spettacolare con un nucleo medievale ed una parte settecentesca. Il castello ospita eventi e viene reso disponibile per cerimonie ed incontri. La cornice è straordinaria.
www.castellipiemontesi.it/ pagine/ita/castelli/ rocca_grimalda.lasso
www.residenzedepoca.it/ matrimoni/scheda_location.php? id_location=grimalda

Disegnare e dipingere

Per lavoro, per hobby, per necessità, per stress... Fatto sta che continuo a farlo, soprattutto con il mouse o la penna grafica, ma anche con gli acquerelli o elaborando informaticamente le fotografie.
Per l'Agenzia Regionale per l'Ambiente della Liguria ho realizzato alcuni acquerelli illustrativi.
Ho cominciato - insieme al mio amico Mario Janin - la lavorazione di una storia illustrata che utilizza un mix di immagini informatiche e fotografia elaborata. L'impresa è ciclopica, considerato che si fa nei ritagli.
vampiro (40K)
rewater (29K) autoritratto (112K) paese (44K)
Penso di proporre l'utilizzo di immagini elaborate anche al Festival della Poesia http://www.festivalpoesia.org
Claudio Pozzani e Mauro Zo mi hanno coinvolto nei loro progetti e ne sono ben lieto: il Festival di poesia è uno degli eventi culturali più liberi e intelligenti tra quelli che si svolgono periodicamente a Genova.
clownp (32K) arpal (56K)

P.IVA 03694600101

aggiornato 24-ago-10